Due giorni al seguito del Tour de France

Sono state due giornate intense quelle appena passate al Tour de France.

 

Abbiamo seguito due tappe, la 17° La Mure / Serre-Chevalier e la 18° Briancon-Izoard.

La presenza dei tifosi a bordo strada era massiccia. Siamo giunti all'arrivo di Serre-Chevalier molte ore prima dell'arrivo della gara e già il pubblico era numeroso. 

6Stili 2875

 Presenti lungo il percorso molte bandiere italiane tra cui quella dei Quattro Mori in onore di Fabio Aru e della sua Sardegna.

6Stili 2887

 6Stili 6157

 

6Stili 2910

 

6Stili 6152

 

6Stili 6169

 Siamo stati meravigliati dall'organizzazione impeccabile, in quanto era curato ogni dettaglio.

6Stili 6174

 All'arrivo, per fronteggiare il caldo, Vittel sponsor tecnico della manifestazione passava con un mezzo ufficiale spruzzando dell'acqua sugli spettatori.

6Stili 6183

 Un altro particolare da evidenziare è stata la sicurezza. Numerose erano le figure addette ai controlli, negli ultimi metri verso l'arrivo, il pubblico veniva controllato anche attraverso metal detector. Abbiamo incontrato poi anche alcuni membri dell'Arma dei Carabinieri impegnati anche loro nel servizio di controllo grazie ad un programma di cooperazione con la Gendarmeria e con la Polizia francese. 

6Stili 6187

 Altro punto a favore del "Tour de France" è stata la partecipazione del Presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron. La presenza di questa figura autorevole dimostra quanto ai nostri cugini francesi stia a cuore tale evento. Il presidente ha seguito tutta la tappa e poi ha premiato la maglia gialla Froome.

6Stili 2964

 6Stili 6215

Anche in carovana al Tour ai francesi preme la sensibilizzazione per il rispetto per i ciclisti su strada.

6Stili 6216

 

6Stili 3025

 La 17° tappa è stata vinta dallo sloveno Primo Roglic del team Lotto Jumbo. 

6Stili 3060

 

6Stili 3196

 

6Stili 3229

 Il Presidente Macron mentre si congratula con Froome, il leader della maglia gialla e il connazionale Warren Bargul leader della maglia a pois.

6Stili 6249

 

6Stili 3268

Tutti vogliono portare a casa la foto ricordo del Tour. 

6Stili 3284

 

La 18° Tappa Morzine-Izoard è stata una tappa complessa perchè arrivare in vetta all'Izoard anche per gli adetti ai lavori è stato "impegnativo" in quanto non era possibile accedere con i mezzi ed i parcheggi erano limitati.

6Stili 6603

 Il villaggio di partenza è una bella vetrina e un ottimo momento conviviale per il pubblico. Anche qui organizzazione impeccabile.

6Stili 6613

Abbiamo incontrato anche Vittorio Brumotti che con la sua bici ha dato un pò di spettacolo all'interno del villaggio. 

6Stili 3561

 Come già scritto, l'accesso alla vetta dell'Izoard era vietato ai mezzi meccanici, quindi il numeroso pubblico ha scalato la vetta con le bici o i più temerari hanno deciso di scalarla a piedi.

6Stili 3542

 

6Stili 6701

 Sulla cima il prato in poco si è trasformato in una tribuna di stadio a cielo aperto.

6Stili 6705

 Ecco gli ultimi 25 metri dell'Izoard.

6Stili 3602

 

6Stili 6713

 

6Stili 6951

 

6Stili 6974

 Il vincitore di tappa Warren Berguil.

6Stili 7000

 

6Stili 7033

 Fabio Aru perde le ruote dei primi.

6Stili 7072

 

6Stili 3720

 

6Stili 3765

 

6Stili 3893

 

6Stili 7137

 

6Stili 7174

 

6Stili 7280

 6Stili 7329

 Ecco alcune immagini del numeorso pubblico che scende dall'Izoard.

6Stili 3983

 

 

Leave your comments
Comments
  • No comments found